Introduzione

 

 

La mostra Erba Rossa riguarda le stragi e gli eccidi compiuti dalle truppe tedesche nell’ “autunno di sangue” del 1943, mietendo centinaia di vittime tra la popolazione civile di Terra di Lavoro. Essa prende il titolo dal suggestivo racconto di Graziella Di Gasparro, una testimone di Cave di Conca della Campania che, bambina, vide colorata di rosso l’erba del prato dove suo padre, con altri civili innocenti, era stato ucciso per rappresaglia.

Accanto a questa attenzione ai singoli episodi ed alle sequenze degli eventi relativi alle stragi maggiori, la mostra ricostruisce gli scenari in cui esse si collocano, in una lettura delle violenze e dei massacri nel più generale contesto delle politiche belliche del terrore e del dramma collettivo che investe la Campania del Mezzogiorno.